App Tassa.li contro l’evasione fiscale Stampa
Venerdì 10 Febbraio 2012 00:59

tassa.liBoom di segnalazioni - Primi successi per la App finalizzata a localizzare gli evasori fiscali in Italia grazie alle segnalazioni degli utenti: evasi finora oltre 7 milioni di euro. Un successo insperato, o forse solo temuto, quello della nuova App Tassa.li creata appositamente per combattere l’evasione fiscale cogliendo gli evasori letteralmente con le mani nel sacco: semplicemente usando il proprio smartphone, infatti, è possibile segnalare in tempo reale se un commerciante non ha rilasciato lo scontrino fiscale, solo per fare un esempio, e attendere di essere localizzati. A pochi mesi dall’avvio di questa applicazione i risultati sono ottimi, con circa 27 mila utenti che hanno scaricato la App, gratuitamente, per l’ammontare di oltre 7 milioni e 300 mila euro evasi in tutta Italia. Utilizzando un iPhone, iPad o smartphone Android, oppure semplicemente collegandosi al sito Tassa.li da qualsiasi PC o portatile, si ha l’occasione di contribuire alla caccia degli evasori fiscali, 

e questo grazie a un giovane ingegnere informatico di Torino che ha ideato l’applicazione.  La segnalazione avviene in totale anonimato, tuttavia i dati vengono successivamente sottoposti ad accurati controlli per evitare di dare credito a false indicazioni. Attraverso i dati inviati dagli utenti, inoltre, è stato possibile stendere una mappa delle zone della penisola più popolate di evasori, o almeno quelle dove si concentrano la maggior parte degli utenti attenti a monitorare i comportamenti illegali di commercianti ed esercenti pubblici.

Se gran parte delle segnalazioni arrivano dalle regioni del Nord Italia, tuttavia, c’è da sottolineare che la città più citata dagli utenti di Tassa.li è stata Roma, con oltre 2200 segnalazioni in poco tempo e relative soprattutto al centro storico, ricco di locali e ristoranti nei quali rilasciare la ricevuta è probabilmente un optional.

di Teresa Barone

Fonte: Pubblica Amministrazione

Condividi questo post